La grande famiglia Lego non smette di crescere e stupire. We.Do 2.0 è l’ultima creatura che Lego Education, costola del gruppo dedicata all’istruzione e alla didattica, ha prodotto a supporto dell’apprendimento delle scienze e della tecnologia tra i più giovani.

Grazie all’utilizzo combinato di mattoncini Lego, costruzioni interattive e una semplice interfaccia di programmazione per blocchi, We.Do 2.0 si candida a diventare un ottimo alleato per insegnanti ed educatori. Il suo obiettivo è accrescere l’interesse dei ragazzi verso le materie scientifiche e ingegneristiche, la robotica educativa e il coding, stimolando la partecipazione attraverso la combinazione di attività empiriche e riflessioni applicate a situazioni di vita reale.

Il pacchetto We.Do 2.0 comprende una serie di progetti già impostati, distinti in tre tipologie: Progetto Primi Passi per scoprire le funzionalità basilari, Progetti Guidati già sviluppati e ideati per rafforzare la fiducia degli alunni e Progetti Aperti, ossia personalizzabili secondo le aree di principale interesse. I Progetti Guidati e Aperti si articolano in tre fasi: Esplora, finalizzata a familiarizzare con l’argomento; Crea, incentrata sulla costruzione e programmazione; Condividi, dedicata alla documentazione e presentazione del lavoro svolto.

Attraverso l’uso dei mattoncini LEGO, è possibile modellizzare, condurre una ricerca e progettare. Gli alunni, infatti, possono esprimere le loro idee e rappresentarle costruendo un modello, possono formulare ipotesi, realizzare test, raccogliere dati, trarre conclusioni, progettare schemi, simulazioni, programmi e presentazioni per giungere ad una soluzione condivisa.

Grazie alla presenza di una interfaccia grafica di programmazione visiva, gli studenti possono far compiere al prototipo realizzato diverse azioni, come camminare, attivare luci e suoni o inclinarsi. We.Do 2.0 lavora infatti anche sul pensiero computazionale, che include il ragionamento logico, la sistematizzazione e l’analisi di dati, l’uso dei computer per testare modelli e idee e l’uso di algoritmi per segmentare le azioni.

I progetti We.Do 2.0 sono sviluppati secondo le indicazioni nazionali per il curricolo del primo ciclo e raccordati agli obiettivi del Piano Nazionale Scuola Digitale. Le attività proposte rispondono ai requisiti curriculari sullo sviluppo del sapere e del saper-fare scientifico.

 

Fonti ufficiali dove reperire maggiori informazioni: Lego Education.