Questa è la nostra equazione perfetta, la sintesi della storia con cui vogliamo augurare a tutti voi una buona Pasqua.

Avevamo già in mente da un po’ di creare qualche occasione per avvicinare gli adulti al mondo della robotica educativa, quando si è presentata l’occasione giusta. Grazie alla disponibilità dell’Associazione Casa Chiara,  che ha appoggiato la nostra idea mettendo a disposizione spazi e supporto logistico, lo scorso giovedì 13 aprile abbiamo potuto organizzare a Bastia Umbra il primo laboratorio dal titolo “Uova robotiche”.

Oltre venti bambini insieme ad una decina di nonni, divisi in piccoli gruppi, hanno realizzato un piccolo robot, assemblando mattoncini e componenti elettronici del kit Lego WeDo (linea Lego Education). Un vero e proprio robot perfettamente funzionante, in grado di sorreggere un uovo e farlo girare su se stesso a diverse velocità. Tempere e pennelli alla mano, nonni e nipoti hanno completato l’opera con fantasia e qualche tocco d’artista. Uova colorate che saranno sicuramente esposte in bella mostra sulle tavole pasquali, magari circondate dal racconto e dal ricordo di questa bella esperienza direttamente dalla voce dei protagonisti.

Non nascondiamo la nostra emozione nel vedere due generazioni tenersi per mano, giocare con la robotica educativa  e mantenere viva la tradizione della decorazione delle uova di Pasqua, con un pizzico di innovazione. C’è un uso intelligente della tecnologia che noi amiamo divulgare. Incuriosisce i nonni e non fa rimpiangere i videogiochi ai nipoti. Condividere il tempo e lo spazio, costruire qualcosa insieme, raccontare come si faceva una volta e come si può fare oggi, ridere, sperimentare e raggiungere un obiettivo comune.

Davvero speciale, come l’affetto dei nonni!