MATEMATICA PER TUTTI E IL VALORE DEL GIOCO NELLA DIDATTICA

GIOCO MAESTRO presenta: MATEMATICA PER TUTTI E IL VALORE DEL GIOCO NELLA DIDATTICA.

Lo scorso 13 aprile 2019 IdeAttivaMente ha organizzato il seminario “GIOCO MAESTRO: IL GIOCO EDUCATIVO NELLA DIDATTICA”. Una giornata di confronto e formazione sulle potenzialità che il gioco può avere nella didattica curriculare ed extra-scolastica.

Il successo di questo appuntamento ha spinto a continuare l’esplorazione di questa metodologia ed è per questo che IdeAttivaMente, in collaborazione con il progetto CreativaMente ToKalon, ha lanciato l’idea di un approfondimento di Gioco Maestro specifico per il mondo della matematica.

Venerdì 15 novembre 2019, dalle ore 15:00 alle ore 19:00 presso il Centro fieristico Umbriafiere di Bastia Umbra si terrà il corso di formazione “MATEMATICA PER TUTTI E IL VALORE DEL GIOCO NELLA DIDATTICA”. 4 ore di formazione certificata su temi specifici come riscoprire lo spazio e gli oggetti in modo consapevole, riscoprire cosa vuol dire fare geometria, riscoprire il divertimento nel far di conto, ecc…

Sarà l’occasione anche per presentare il con-corso nazionale “Matematica per tutti“. Gli eventi sopra descritti si svolgono sotto la direzione scientifica di Luigi Regoliosi.

Per maggiori info: Matematica per tutti.

GIOCO MAESTRO è un’iniziativa di IdeAttivaMente, start-up umbra impegnata nei settori dell’innovazione didattica e digitale da una parte e del gioco educativo e didattico dall’altra. Il progetto CreativaMente ToKalon nasce invece dall’incontro tra l’azienda di giochi da tavolo CreativaMente e l’associazione ToKalon. L’obiettivo comune è rimettere al centro la relazione tra persone, docenti e studenti, genitori e figli, amici e compagni. Un certo modo di fare scuola di ToKalon incontra la proposta di CreativaMente del gioco di società: così la variabile ludica della sfida e del divertimento, di una competizione positiva, entra a far parte delle attività didattiche, allontanando la monotonia e la mancanza di senso e lasciando spazio al significato e alla bellissima fatica. IdeAttivaMente è stata da subito attratta da questi aspetti innovativi ed ha voluto impegnarsi al massimo per portare anche in Umbria queste nuove metodologie.

Apprendimento e divertimento, il successo di Gioco Maestro

Sala piena lo scorso 13 aprile all’Auditorium Sant’Angelo di Bastia Umbra per Gioco maestro: il ruolo del gioco educativo nella didattica, l’evento promosso dall’Ammnistrazione comunale al quale abbiamo collaborato insieme a Creativamente e all’Associazione ToKaLon Matematica.

Questo successo ha confermato l’interesse verso la riscoperta del gioco come strumento di apprendimento sia a casa, che nell’ambiente didattico e sanitario, premiando la qualità dei relatori, intervenuti da tutta Italia, e l’impegno degli organizzatori.

Durante i lavori della mattina, IdeAttivaMente si è occupata di condurre e moderare il convegno, mentre il pomeriggio ha organizzato il workshop dedicato alla presentazione di giochi educativi e didattici.

Gioco Maestro, workshop dimostrativo.

I contributi

Dopo il saluto istituzionale dell’Assessore alla Cultura Paola Lungarotti, ha aperto i lavori il prof. Gaetano Mollo, docente presso l’Ateneo perugino, con un intervento dal titolo “Giocare per crescere. Apprendere giocando”. Un contributo di livello accademico che ha tracciato una visione del gioco di ispirazione e orientamento per tutti i relatori.

Cristina Gaggioli, dell’Università degli Studi di Perugia, ha dato un contributo scientifico, analizzando le implicazioni pedagogiche del gioco accessibile e inclusivo, anche in presenza di disturbi fisici o comportamentali.

Emanuele Pessi, founder e CEO di CreativaMente e del progetto Creativamente Scuola, impresa specializzata nella ideazione e realizzazione di giochi da tavola didattici per tutta la famiglia, ha illustrato il processo creativo che porta dalla nascita di un gioco alla sua distribuzione sul mercato.

Maria Cristina Migliucci, docente di matematica, in rappresentanza dell’Associazione ToKaLon Matematica, ha parlato dell’esperienza di Con-corso Matematica per tutti, la prima competizione aperta a tutta la classe, che propone un approccio innovativo e ludico alla matematica.

Maria Rosaria Chirulli, docente di italiano, ha presentato Writers – Letteratura in gioco, un gioco di carte da lei creato per avvicinare i giovani alla letteratura classica attraverso aneddoti, curiosità e citazioni.

Cristina Marini, counselor, ha illustrato l’importanza del gioco nelle relazioni famigliari e Maria Teresa Barberini, logopedista presso il Centro di Neuropsicologia Clinica dell’Età Evolutiva “Giorgio Sabbadini”, ha presentato l’utilizzo di alcuni giochi di CreativaMente nel contesto di lavoro, esplicitando le funzioni che vanno a stimolare nel gioco guidato con il bambino.

Gioco Maestro, organizzatori e relatori insieme.

I numeri

65 partecipanti, 7 relatori, 4 ore di presentazioni, 3 ore di dimostrazioni pratiche.

 

I materiali disponibili

Il Programma.

Un beve profilo degli Speakers.

 

 

 

 

Da Didacta 2018 tante novità per la scuola e non solo

Torniamo da Firenze più carichi che mai. Didacta Italia 2018, la più importante fiera dedicata al mondo della Scuola, ci ha dato l’opportunità di collaborare con due eccellenze italiane: CampuStore, azienda leader nel mondo della robotica educativa, e CreativaMente, realtà specializzata nella ideazione e produzione di giochi in scatola finalizzati all’apprendimento.

Come partner di CampuStore, abbiamo realizzato la parete interattiva del loro stand, rappresentando il ciclo dell’acqua, il fototropismo e la musica attraverso l’impiego di prodotti come littleBits, Strawbees e vernice conduttiva Bare Conductive. Per CreativaMente, oltre ad essere già rivenditori, diventeremo presto il loro presidio in Umbria dedicato alla nuova linea di prodotti CreativaMente Scuola, presentata al grande pubblico proprio in occasione di Didacta.

IdeAttivaMente e CreativaMente, quindi, rinsaldano il proprio legame, uniti dalla “mente” e da una grande passione comune per il gioco educativo e didattico. Il nuovo ambito di collaborazione è rappresentato dalla linea CreativaMente Scuola, che propone giochi, laboratori e attività formative e informative specifiche, rivolte a tutti gli attori del mondo dell’educazione, della didattica e dell’inclusione, ossia scuole e docenti, biblioteche e bibliotecari, operatori del mondo dell’educazione come educatori, logopedisti e pedagogisti.

Crediamo fermamente nel valore dei giochi prodotti da CreativaMente, tanto da metterli in valigia e portarli con noi dall’altra parte del globo, sicuri di fare centro anche in mezzo ad una schiera di ragazzini che non conoscono una parola di italiano. Quando non si parla la stessa lingua, quando c’è molta differenza di età, pochi semplici gesti sono sufficienti a vivere qualche momento di serenità. Bastano un sorriso, un mazzo di carte colorate, uno sguardo d’intesa e il “gioco” è fatto: non resta che accettare la sfida.

Uno dei giochi più facili da fare anche con bambini di tre anni è Smiley Games, composto da due dadi in legno e 48 carte rotonde, raffiguranti delle faccine che abbinano colori ed emozioni. Attraverso il linguaggio verbale e l’associazione per immagini e simboli, è possibile utilizzare lo stesso mazzo per fare fino a cinque giochi differenti.

Il mondo di CreativaMente è ampio. Oltre a Smiley Games, ci sono tante altre proposte come Parolandia, Do you play English, Speedy words, Il gioco dello yoga, Super Goal, È tutta un’altra musica, e l’elenco potrebbe continuare, ma preferiamo invitarvi a scoprirli dal vivo presso il nostro Play shop, IdeAttivaMente, Via Los Angeles, 155, Santa Maria degli Angeli, Assisi. 

Offerta formativa 2018: on line il catalogo dei nuovi corsi di robotica educativa

Promessa mantenuta. Volevamo iniziare il nuovo anno con una proposta formativa completa e rinnovata, che ci permettesse di offrirvi tutto il meglio in fatto di robotica ed elettronica educativa. Con questo obiettivo è nato, e vi presentiamo oggi, il catalogo dei nostri corsi standard rivolti a grandi e piccini. Si tratta di veri e propri percorsi formativi, che svolgiamo all’interno dello spazio Laboratempo in collaborazione con Augeo srl, nella splendida cornice di Santa Maria degli Angeli (PG). Un luogo accogliente, facilmente raggiungibile grazie alla sua posizione strategica tra Foligno e Perugia e con un comodo parcheggio coperto.

Una proposta formativa ampia che ci vede partner nello sviluppo del settore tecnico-scientifico, con tanti laboratori legati al mondo STEAM – Science, Technology, Engineering, Arts and Mathematics, della robotica ed elettronica educativa, della stampa 3D, dello storytelling e dell’alfabetizzazione informatica, oltre a tanti piccoli eventi a misura di grandi e piccini. Nel catalogo, abbiamo voluto fortemente l’introduzione di due percorsi rivolti ai ragazzi di età superiore ai 12 anni, uno dei quali tratterà Arduino, la piattaforma hardware più famosa del mondo. Poi ancora eventi tra natura e robotica, laboratori tematici per Pasqua, incontri con esperti e tante piccole sorprese sulle quali stiamo ancora lavorando. Ma vediamo i principali corsi in dettaglio.

Riparte il corso base di robotica educativa “Giochiamo con la Tecnologia”, pensato per bambini e bambine che vogliono fare esperienza di robotica educativa costruendo e programmando un vero e proprio robot:

  • mercoledì dalle 16:30 alle 19:00, 6 incontri con inizio mercoledì 31 gennaio.

Nel catalogo sono presenti anche due percorsi avanzati di robotica educativa “Creiamo con la Tecnologia”, rivolti a tutti coloro che hanno frequentato uno dei nostri corsi base e sono quindi in possesso dell’attestato di Apprendista Scienziato:

  • lunedì 15:30 – 18:30, 5 incontri con inizio lunedì 22 gennaio;
  • sabato 09:30 – 12:30, 5 incontri con inizio sabato 27 gennaio;
  • mercoledì 16:30 – 19:00, 6 incontri con inizio mercoledì 2 maggio.

Al via, tra le new entry, il terzo livello del corso di robotica educativa, dal titolo “Stupiamo con la Tecnologia”. Il percorso, a livello sperimentale, prevede l’integrazione dei prodotti della serie LEGO con la stampa 3D e sarà svolto in collaborazione con il team di KIDs BIT Festival.

  • lunedì 15:30 – 18:30, 5 incontri con inizio lunedì 7 maggio;
  • sabato 09:30 – 12:30, 5 incontri con inizio sabato 12 maggio.

Ai nastri di partenza anche la prima edizione del corso di robotica per ragazzi e ragazze dagli 11 anni in su. Intitolato “I robot? Un gioco da ragazzi… e ragazze!” rappresenta la versione base del percorso professional, e insieme realizzeremo robot con un livello di costruzione e programmazione sopra le righe.

  • venerdì 15:30 – 18:30, 5 incontri con inizio venerdì 11 maggio.

Per i più piccoli torna il percorso “Piccoli Scienziati crescono. Corso di pre-robotica educativa” rivolto a bambini e bambine dai 4 ai 6 anni di età. Un format rivisto e migliorato in base alle esperienze raccolte in più di un anno di attività svolte sul territorio.

  • sabato 10:00 – 11:30, 5 incontri con inizio sabato 24 febbraio.

Due proposte specifiche anche per gli adulti, un percorso base per l’utilizzo di smartphone, tablet e pc e uno dedicato al tema della robotica per i più curiosi.

  • informatica, venerdì 09:30 – 11:00, 12 incontri con inizio il 16 febbraio;
  • robotica e nuove tecnologie, lunedì 20:30 – 22:30, 6 incontri con inizio il 12 marzo.

Per informazioni e iscrizioni, contattateci al 3939416600. Oppure, se volete saperne di più e vedere dal vivo gli strumenti che utilizzeremo durante i corsi, venite a trovarci presso il nostro nuovissimo Play Shop, il punto vendita di IdeAttivaMente, situato a Santa Maria degli Angeli – Assisi (PG) in Via Los Angeles, 155.

Se le nostre proposte vi interessano, continuate a seguirci anche sui nostri canali social, saremo felici di tenervi aggiornati e di avere il vostro sostegno per farci conoscere: crediamo che il passaparola sia il mezzo di comunicazione più potente.

Scarica il catalogo completo in formato pdf (1320 Kb) – clicca qui ed attendi il download.

A presto…

Arriva Ideattivamente play shop, da oggi in poi… Play different!

Volete vedere il momento in cui un sogno esce dal cassetto e diventa realtà?

Per tutti l’appuntamento è sabato 2 dicembre ore 16.00 a Santa Maria degli Angeli, via Los Angeles, 155. Da qui parte la nuova avventura di IdeAttivaMente. Non solo attività didattiche e di intrattenimento creativo, ma un punto di riferimento nel nostro territorio per tutti quelli che prendono il gioco molto sul serio. 

Non è un negozio, ma puoi comprare giocattoli. Non è una ludoteca, ma ci sono giochi a disposizione. Non è un baby parking, ma c’è uno spazio dove divertirti con i tuoi bambini. Il play shop di IdeAttivaMente è un laboratorio di gioco dove mettere al servizio del pubblico la nostra esperienza e passione in fatto di mattoncini, elettronica e robotica educativa, giochi creativi e didattici.

Abbiamo pensato per voi (e per noi) un ambiente dinamico e multifunzionale, che mette al centro le persone e le loro necessità in fatto di giochi e giocattoli. Una parete a misura di piccoli scienziati, un muro creativo per dare sfogo alla fantasia e mattoncini sfusi. Pezzi da collezione, coding, prodotti per la robotica e l’elettronica educativa, giochi tradizionali e innovativi, attenzione ai materiali e alla qualità del contenuto didattico.

Ma il pezzo forte, siamo noi! E non vediamo l’ora di aprire le porte del nuovo spazio a bambini, ragazzi, genitori, educatori e chiunque voglia scoprire quali e quanti siano le opportunità, le applicazioni e i benefici del gioco creativo individuale o collettivo. Senza limiti di età.

#playdifferent

Chi vuole dare una sbirciatina al calendario delle nostre nuove attività per la prossima stagione 2017/2018?

È ancora piena estate, molti sono in spiaggia, altri sono tornati a casa e si dividono tra piscine e passeggiate al fresco delle pinete e dei parchi pubblici, ma noi di IdeAttivaMente, tra un tuffo e l’altro, stiamo già pensando a quello che vi proporremo nei prossimi mesi.
Maggio, giugno e luglio ci hanno riservato molte emozioni. Prima il KIDs BIT Festival, Associazione Culturale ON, Antica Proietteria e tanti altri Soggetti provenienti da tutta Europa per un fine settimana all’insegna della creatività digitale; subito dopo la Fiera del Melo, a cura del POST – Perugia Officina della Scienza e della Tecnologia, ha trasformato Perugia in uno spazio magico tra artigianato e tecnologia. Quindi, è stata la volta dei campus estivi e dei percorsi di robotica intensivi, delle manifestazioni all’aria aperta per riscoprire il gioco e gli spazi cittadini. Insomma l’Umbria viva, quella che ci piace, quella che scende in piazza e fa divertire e stare insieme grandi e piccini.


Ora però, dopo aver portato in Umbria la robotica educativa per tutti, vogliamo raggiungere nuovi traguardi e stiamo lavorando sodo per definire il calendario formativo del prossimo autunno, con molte novità e importanti conferme. Torna Lego WeDo 2.0, arriva Lego Mindstorm EV3, insieme a nuovi robot pensati anche per i bambini nella fascia di età 4-6 anni. Alla robotica educativa affiancheremo laboratori di coding, robotica open source con Arduino e altre piattaforme, elettronica educativa, tinkering, alfabetizzazione informatica e digitale. In più, uno spazio tutto nuovo, percorsi per tutte le età e molti appuntamenti sul territorio già confermati.
Vogliamo crescere insieme a voi e ai vostri bambini, vogliamo continuare a farlo mettendo in campo non solo strumenti, ma soprattutto metodologie didattiche idonee a sviluppare le migliori competenze. Vogliamo “giocare” con i problemi fino a comprenderli e a trovare le soluzioni più corrette, vogliamo stimolare la creatività lavorando con le mani (con un pizzico di esterofilia potremmo dire “hands on”), vogliamo guidare bambini e bambine nel mondo delle STEAM (Science Technology Engineering Arts Mathematics) e lasciarli liberi di sperimentare, costruire, demolire e ricostruire. Insomma vogliamo giocare, ma seriamente!


Poi abbiamo anche un sogno nel cassetto, quello a cui pensiamo sempre e che vale i sacrifici di una vita, al momento rimane un segreto che speriamo presto di poter condividere con voi. Nel frattempo, sappiamo che “la maggior parte dei ragazzi che sono oggi a scuola farà un mestiere che non è stato ancora inventato” (Fonte: WEF –World Economic Forum) e… Non è affascinante?
Per noi sì e questa considerazione guida il nostro pensiero e la nostra azione: stimolare la creatività dei ragazzi, aiutarli a capire in quale direzione vogliono andare e garantire loro la capacità di seguire diversi percorsi. Pensiero critico, creatività, capacità di comunicare e di collaborare, curiosità, spirito di iniziativa, perseveranza, adattabilità, capacità di leadership, consapevolezza sociale e culturale, sono tutte competenze che si riveleranno utili nel prossimo futuro e sulle quali il sistema culturale si sta orientando sin da ora grazie ad iniziative strategiche (Piano Nazionale Scuola Digitale – PNSD) e ad attività collaterali come quelle proposte da IdeAttivaMente in collaborazione con molti Partner locali.
A breve partirà la nostra campagna di comunicazione, con mail e comunicati, per informarvi su tutti i dettagli e le novità della prossima stagione e poi vi aspetteremo, più curiosi di prima e con la solita voglia di mettervi in gioco. Siamo alle porte di un nuovo anno didattico ricco di iniziative tecnologiche. Restate connessi!

Nonni e nipoti + robotica educativa + tradizioni di Pasqua = stare insieme e condividere emozioni

Questa è la nostra equazione perfetta, la sintesi della storia con cui vogliamo augurare a tutti voi una buona Pasqua.

Avevamo già in mente da un po’ di creare qualche occasione per avvicinare gli adulti al mondo della robotica educativa, quando si è presentata l’occasione giusta. Grazie alla disponibilità dell’Associazione Casa Chiara,  che ha appoggiato la nostra idea mettendo a disposizione spazi e supporto logistico, lo scorso giovedì 13 aprile abbiamo potuto organizzare a Bastia Umbra il primo laboratorio dal titolo “Uova robotiche”.

Oltre venti bambini insieme ad una decina di nonni, divisi in piccoli gruppi, hanno realizzato un piccolo robot, assemblando mattoncini e componenti elettronici del kit Lego WeDo (linea Lego Education). Un vero e proprio robot perfettamente funzionante, in grado di sorreggere un uovo e farlo girare su se stesso a diverse velocità. Tempere e pennelli alla mano, nonni e nipoti hanno completato l’opera con fantasia e qualche tocco d’artista. Uova colorate che saranno sicuramente esposte in bella mostra sulle tavole pasquali, magari circondate dal racconto e dal ricordo di questa bella esperienza direttamente dalla voce dei protagonisti.

Non nascondiamo la nostra emozione nel vedere due generazioni tenersi per mano, giocare con la robotica educativa  e mantenere viva la tradizione della decorazione delle uova di Pasqua, con un pizzico di innovazione. C’è un uso intelligente della tecnologia che noi amiamo divulgare. Incuriosisce i nonni e non fa rimpiangere i videogiochi ai nipoti. Condividere il tempo e lo spazio, costruire qualcosa insieme, raccontare come si faceva una volta e come si può fare oggi, ridere, sperimentare e raggiungere un obiettivo comune.

Davvero speciale, come l’affetto dei nonni!

Entrano lettori, escono scienziati: consegnati gli attestati del primo corso di robotica educativa a Bastia

Dodici piccoli apprendisti scienziati ieri hanno ricevuto l’attestato per aver partecipato con successo alla prima edizione del nostro laboratorio intitolato “Giochiamo con la tecnologia”, realizzato in collaborazione con la Biblioteca Comunale di Bastia Umbra.

Grazie alla disponibilità della società Sistema Museo e all’accoglienza delle splendide bibliotecarie, il primo gruppo di bambini ha concluso brillantemente tutte le attività di robotica educativa organizzate nei cinque incontri pomeridiani: dal piccolo rover spaziale Milo, ad auto super veloci, passando per un vero e proprio simulatore di terremoti. Hanno lavorato in piccoli team, suddividendo le responsabilità e attribuendo i compiti sotto la guida del nostro capo scienziato. Un altro laboratorio è in corso di svolgimento sempre nei locali della Biblioteca e due inizieranno la prossima settimana, lunedì 20 e venerdì 24 marzo.

 

Nell’ultimo mese hanno preso avvio anche altri percorsi, l’analogo “Giochiamo con la Tecnologia” ad Assisi nei locali della Parrocchia di Santa Maria Maggiore e singole attività presso alcune scuole del territorio. Gli spazi di Helen Doron English di Todi (PG) hanno ospitato due pomeriggi dedicati a tutte le fasce di età, con laboratori di robotica educativa per piccoli e grandi.

Cosa ci riservano i prossimi mesi? Ecco tutte le iniziative in partenza. Presso la Biblioteca Comunale di Bastia Umbra prenderà il via “Piccoli Scienziati crescono”, percorso di robotica educativa per bambini dai 4 ai 6 anni che si svolgerà nei giorni di sabato 1 aprile, 6 maggio e 10 giugno. Altri laboratori simili inizieranno a Santa Maria degli Angeli presso Assisi International School, mentre a maggio un analogo percorso vedrà impegnati gli alunni del Convitto Nazionale Principe di Napoli di Assisi. Ad aprile, invece, saranno inseriti in calendario due percorsi per adulti, anche over 60, di avvicinamento alle nuove tecnologie (sedi di Assisi e Bastia Umbra, date in via di definizione, seguite gli aggiornamenti sui nostri canali social).

Infine, IdeAttivaMente prenderà parte a due eventi in programma a Perugia, che vedono l’Umbria in prima linea in quanto a robotica educativa, gioco didattico, scienze e più in generale STEM. Dal 26 al 28 maggio saremo al KIDS BIT, festival dedicato al mondo dei bambini e della tecnologia, mentre dal 2 al 4 giugno ci troverete alla Fiera del Melomostra mercato di artigianato, scienza e creatività formato bambino, organizzata dal POST – Perugia Officina della Scienza e della Tecnologia

Il nostro programma di primavera è ricco, ma ci stiamo preparando per offrirvi un’estate all’altezza delle aspettative: fresca, divertente e innovativa!

 

Princi-scienziate alla riscossa delle discipline STEM

Principesse si diventa per nascita o matrimonio. Scienziate per desiderio e capacità. Che modelli di riferimento proponiamo alle bambine? Qualunque cosa ci sia nel loro futuro, un reame, un laboratorio o la redazione di un giornale, genitori ed educatori possono sicuramente mettere le bambine nella condizione di conoscere le opportunità, apprezzare le differenze e, al momento opportuno, scegliere i propri interessi scolastici e professionali con maggiore consapevolezza e passione.

Che le studentesse abbiano meno attitudine per le materie scientifiche è uno stereotipo da rigettare, contrastare e soprattutto smentire. Al momento, i fatti inchiodano il nostro paese: solo il 5% delle quindicenni italiane aspira a intraprendere professioni tecniche o scientifiche e la percentuale di donne che occupano posizioni tecnico-scientifiche è tra le più basse in Europa (Fonte: Miur, dati Ocse, Istat ed Eurostat).

Anche noi siamo fermamente convinti che si può e si deve incoraggiare l’avvicinamento di tutti i bambini, senza preconcetti di genere, all’apprendimento delle materie scientifiche, magari in chiave ludica e divertente, grazie ai tanti strumenti innovativi che oggi è possibile utilizzare. Proprio per questo appoggiamo la campagna Marzo il mese delle STEM, sostenuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con il Dipartimento delle Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

STEM è l’acronimo che riunisce Science, Technology, Engineering, and Mathematics. L’obiettivo della  campagna è promuovere queste discipline, offrendo alle scuole strumenti utili per accrescere la passione e la consapevolezza delle opportunità, anche professionali, che le STEM possono offrire sia ai maschi, che alle femmine. Collegandosi al sito www.noisiamopari.it è possibile accedere a tutti i materiali disponibili.

In particolare, noi vi segnaliamo l’iniziativa del Miur “Le studentesse contano!”, grazie alla quale le studentesse appassionate di STEM possono inviare un videomessaggio che racconti la propria esperienza. Tutti i soggetti coinvolti potranno selezionare una studentessa per destinarle un percorso di formazione specifico per lei e per la sua scuola (info e regolamento www.noisiamopari.it).

IdeAttivaMente crede nell’insegnamento delle discipline STEM e promuove in Umbria incontri e laboratori per bambini e ragazzi, finalizzati all’apprendimento in chiave ludica. Grazie all’utilizzo di tecniche e strumenti di robotica educativa e coding è possibile sviluppare competenze tecniche, capacità di astrazione e spirito di collaborazione. Abbiamo diversi corsi in partenza e altri in cantiere, date uno sguardo al nostro calendario e trovate la soluzione più giusta per le vostre bambine e i vostri bambini.

We.Do 2.0 il nuovo arrivato della linea Lego Education

La grande famiglia Lego non smette di crescere e stupire. We.Do 2.0 è l’ultima creatura che Lego Education, costola del gruppo dedicata all’istruzione e alla didattica, ha prodotto a supporto dell’apprendimento delle scienze e della tecnologia tra i più giovani.

Grazie all’utilizzo combinato di mattoncini Lego, costruzioni interattive e una semplice interfaccia di programmazione per blocchi, We.Do 2.0 si candida a diventare un ottimo alleato per insegnanti ed educatori. Il suo obiettivo è accrescere l’interesse dei ragazzi verso le materie scientifiche e ingegneristiche, la robotica educativa e il coding, stimolando la partecipazione attraverso la combinazione di attività empiriche e riflessioni applicate a situazioni di vita reale.

Il pacchetto We.Do 2.0 comprende una serie di progetti già impostati, distinti in tre tipologie: Progetto Primi Passi per scoprire le funzionalità basilari, Progetti Guidati già sviluppati e ideati per rafforzare la fiducia degli alunni e Progetti Aperti, ossia personalizzabili secondo le aree di principale interesse. I Progetti Guidati e Aperti si articolano in tre fasi: Esplora, finalizzata a familiarizzare con l’argomento; Crea, incentrata sulla costruzione e programmazione; Condividi, dedicata alla documentazione e presentazione del lavoro svolto.

Attraverso l’uso dei mattoncini LEGO, è possibile modellizzare, condurre una ricerca e progettare. Gli alunni, infatti, possono esprimere le loro idee e rappresentarle costruendo un modello, possono formulare ipotesi, realizzare test, raccogliere dati, trarre conclusioni, progettare schemi, simulazioni, programmi e presentazioni per giungere ad una soluzione condivisa.

Grazie alla presenza di una interfaccia grafica di programmazione visiva, gli studenti possono far compiere al prototipo realizzato diverse azioni, come camminare, attivare luci e suoni o inclinarsi. We.Do 2.0 lavora infatti anche sul pensiero computazionale, che include il ragionamento logico, la sistematizzazione e l’analisi di dati, l’uso dei computer per testare modelli e idee e l’uso di algoritmi per segmentare le azioni.

I progetti We.Do 2.0 sono sviluppati secondo le indicazioni nazionali per il curricolo del primo ciclo e raccordati agli obiettivi del Piano Nazionale Scuola Digitale. Le attività proposte rispondono ai requisiti curriculari sullo sviluppo del sapere e del saper-fare scientifico.

 

Fonti ufficiali dove reperire maggiori informazioni: Lego Education.